360° – Il Museo del Nobile Rione Giotti

Veduta a 360° della sala principale del museo del Nobile Rione Giotti, Piazza Faloci, Foligno.

 

Descrizione

Veduta a 360° della sala principale del museo del Nobile Rione Giotti, Piazza Faloci, Foligno.

Rione Giotti, Foligno – Il Museo #Q4D #QuintanaFoligno #theta360 – Spherical Image – RICOH THETA

Il Nobile Rione Giotti è l’unico fra i dieci Rioni della Giostra della Quintana di Foligno ad aver istituito un museo.
Il Museo Rionale Societas Juctorum, inaugurato nel 2015, è un museo di storia dell’appartenenza rionale, uno spazio di memoria e narrazione che ha un duplice scopo: ricordare a chi fa parte del Nobile Rione Giotti la storia di cui ognuno è portatore e testimone, raccontare a chi scopre la Quintana per la prima volta la storia della manifestazione e che cosa significa far parte di un Rione. Il percorso espositivo del Museo Rionale Societas Juctorum si articola in tre sale, all’interno delle quali sono conservati i quattordici Palii di Giostra vinti dal Nobile Rione Giotti, cimeli, documenti, bozzetti storici e numerosi abiti sia da gara, come i quattro abiti da fantino indossati da altrettanti cavalieri vittoriosi dal 1987 al 2015, sia da sfilata, con i dieci abiti da nobili e dame che evidenziano anche l’evoluzione dell’abito barocco folignate dagli anni Settanta (ispirati alla moda francese) agli anni Ottanta, Novanta e Duemila (ispirati alla moda spagnola e inglese).

Il Museo Rionale Societas Juctorum è anche sede di esposizioni temporanee.
Dal 2015 ad oggi le sale museali hanno ospitato tre diverse mostre: “Giotti 365, la Quintana è appartenenza”, un progetto fotografico realizzato da Luca Petrucci; “Di matita e pennello, la Quintana di Giuliano Scarponi”, dedicata alle caricature e alle opere pittoriche di Giuliano Scarponi; “Emozioni Scomposte, Arte e Quintana si incontrano”, prima esposizione personale di Cristina Bianchini che ha realizzato per ogni Palio un quadro di arte astratta per raccontarne le emozioni attraverso nuove ricomposizioni di forme e colori.

Dalla sua istituzione il Museo Rionale Societas Juctorum è stato visitato da circa mille persone all’anno, partecipando a due diverse edizioni delle Giornate d’Autunno del FAI (2017 e 2018) e rispondendo a sempre più numerose richieste di apertura straordinaria (durante importanti manifestazioni cittadine come I Primi d’Italia o la Festa di Scienza e Filosofia) o ad articolate forme di collaborazione avanzate da scuole primarie e secondarie cittadine.

[Fonte: https://www.rionegiotti.it/il-museo-rionale/]

Informazioni aggiuntive

Anno

2018

Autore

Licenza

CC BY-SA

Lingua

Italiano

Progetto

,

Rione