Le nuove professioni del Digital Cultural Heritage

Venerdì 31 marzo – Ore 10.00/12.30, Aula 1 Centro Studi Città di Foligno in Via Oberdan 123, Foligno

Una vera e propria primavera digitale quella che avrà inizio venerdì prossimo 31 marzo al Centro Studi Città di Foligno, in via Oberdan 123, con il seminario “Le nuove professioni del Digital Cultural Heritage”.

Il Centro Studi, che nel 2016 ha raggiunto un importante traguardo con l’organizzazione di #SHU2016, il primo Social Hackathon della Regione Umbria (www.socialhackathonumbria.info), dimostrando di essere in prima linea sul panorama nazionale ed europeo dell’innovazione sociale digitale, intende replicare l’esperienza e inaugura i lavori di preparazione a #SHU2017 con un focus sulle nuove opportunità professionali offerte dall’utilizzo del digitale per la conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale.

Non a caso, di recente costituzione è il Polo Umbro DiCultHer (www.diculther.eu – Scuola italiana a rete sul patrimonio culturale digitale), di cui il Centro Studi Foligno è capofila, in partenariato con il Centro Studi Orvieto, anch’esso impegnato nella promozione delle culture digitali e con il quale è stato siglato un Accordo di Rete lo scorso 18 gennaio.

Pertanto, il seminario di venerdì prossimo rappresenterà un’importante occasione per riflettere insieme alle autorità e a tutti coloro che operano nel settore creativo e culturale su quali strade intraprendere per un’innovazione digitale integrata e per la costruzione di quelle competenze necessarie ad assicurare impatto e sostenibilità per un tale piano d sviluppo strategico del territorio.

A partire dalle ore 10.00, giovani, rappresentanti della scuola e della cultura, e tutti coloro che saranno interessati a partecipare, potranno confrontarsi con:

  • i programmatori di ETCware (Ethical Technology Company), che presenteranno MapCast, una App per la creazione di percorsi turistici/esperienziali attraverso Open Data, e ArcheoArte, un Bot Telegram per la fruizione di Opere d’Arte e Reperti Archeologici di tutte le Regioni d’Italia
  • i designer visionari di Hubstract Viterbo che mostreranno vari esempi di prodotti e servizi per la comunicazione, la fruizione, la valorizzazione dei beni e delle attività culturali attraverso l’uso, la sperimentazione e l’integrazione di tecnologie e linguaggi tradizionali e innovativi.
  • idigitalstorytellers di ISOIPSE Belluno, che racconteranno l’appassionante percorso per la costituzione del Museo Dolom.it, il museo virtuale del paesaggio dolomitico, evidenziando come il cultural landascape rappresenti una componente imprescindibile della nostra identità culturale.

Durante l’incontro, che viene organizzato all’interno della Get Online Week 2017, la settimana europea delle competenze digitali promossa dalla ONG europeaTelecentre-Europe (nella quale il Centro Studi viene da quale settimana rappresentato anche all’interno del consiglio di amministrazione), sarà possibile assistere alla proiezione di un teaser dei lavori svolti fino ad ora con il progetto Quintana 4D “Laboratorio cittadino di Open Data e Realtà Aumentata per la Giostra della Quintana di Foligno”.

Obiettivo della giornata di lavoro è anche quello di definire le linee strategiche per l’organizzazione del Social Hackahton Umbria 2017, anche alla luce delle priorità condivise con i membri della Nuova Coalizione per le competenze e i lavori digitali e tenendo conto che il 2018 sarà l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale.

La partecipazione al seminario è del tutto libera, ma è preferibile registrarsi seguendo le indicazioni fornite nel sito Internet del Centro Studi (www.cstudifoligno.it) o telefonando allo 0742 34 28 42.

 

Condividi sui tuoi profili Social!